Reboot in corso!

Liberarsi del bagaglio inutile è un modo per crescere.

Un blog fermo, senza direzione, non serve a niente.

Non tutto quello che ho scritto qui sopra mi rispecchia ancora. Sono passati anni da quando l’ho aperto. Sarebbe tragico il contrario!

Il gatto mi ha mangiato i libri entra in fase reboot. Si riparte, con le idee un po’ più chiare. Almeno si spera. La nuova tagline è il primo indizio, il resto verrà.

Annunci

6 pensieri su “Reboot in corso!

  1. Per pura serendipità ho letto oggi una recensione che stroncava un manuale americano per scrivere sceneggiature (fatte con lo stampino) dal titolo “Save the cat” (di Blake Snyder) e mi accorgo che stai iniziando (immagino) una nuova avventura da editore (e quindi ti ho beccato proprio nel momento in cui in un film si conosce il protagonista, l’eroe che “salva il gatto” come viene definito nel libro).

    Il tuo cognome non fa che confermare la tesi del volume, quindi mi viene il dubbio che la recenzione fosse sbagliata 😉

    In ogni caso buona fortuna!

  2. Bella cosa la serendipità e grazie di essere da queste parti (oltre che dell’augurio!). “Save the cat” era un libro popolarissimo alla Screenwriting Expo di L.A., nei due anni in cui ci ho fatto un salto. Sembrava che chiunque ne parlasse e l’avesse letto.

    Però, chissà perché, non ho mai approfondito. Forse anche perché a quelle convention c’è un bel 90% di narratologia-fuffa-for-wannabe-writers che serve a poco, a parte permettere di automantenersi agli pseudoguru di settore. Almeno imho.

  3. Sono d’accordo con te e una obiezione piuttosto semplice a questi manuali è che gli stessi autori per la maggior parte delle volte non hanno mai scritto un film (o meglio, non è mai stato prodotto un film da una loro sceneggiatura) o hanno scritto film di dubbia qualità (l’autore di Save the cat ha scritto con altri “Fermati o mamma spara”, non proprio un capolavoro).

    C’è da dire però che, un po’ come avviene all’università, ci sono persone con la capacità di creare contenuti orginali ma sono pessimi insegnanti e al contrario grandi divulgatori (con altri limiti).
    Nonostante tutte le obiezioni fatte ad un altro divulgatore, Roberto McKee, io Story me lo son letto e l’ho pure trovato utile… ma c’era anche il fascino leggendolo di rivivere alcune scene di Adaptation scritto da Charlie Kufman, uno sceeggiatore che mi fa impazzire.

    Ora la smetto, mi sa che sto riportando il tuo blog sulla vecchia “piega”, non vorrei costringerti a dover fare il reboot del reboot! 😉

  4. Oh! Mr. Saettone! Mica ti avevo riconosciuto 🙂

    Nessun problema sul “vecchio corso”. Non erano i post di scrittura di cui volevo liberarmi. Apro: per caso riesci ad accedere a qualcosa di vecchio o risulta tutto “cancellato”? (perché così non è)

    Quanto al tuo discorso, tieni conto che io partecipai all’Expo già saturo – o pressoché tale – di quelle tecniche. Sono convinto che siano testi che devi leggere, fare tuoi e poi buttare via (ammazza il tuo guru), o non riuscirai a scrivere davvero. Ma la cosa ha avuto un’interessante conseguenza: dovendo scegliere per ogni slot tra 10 (!!!) conferenze, escludevo la narratologia e puntavo alle cose strane, e più interessanti, tipo l’actor coach fidato di Clint Eastwood, che raccontò un bel po’ di aneddoti interessanti.

  5. Gli archivi visibili sono solo di luglio 2013 e anche facendo ricerche per parole chiave (tipo film, sceneggiatura che sicuramente avevi citato nei post precedenti) non trova nulla.
    Prova a vedere se riesci a recuperarle, a me non risultano raggiungibili attualmente.

  6. Benissimo! Deve essere tutto cancellato! Che liberazione del bagaglio sarebbe, se no? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...